Pisa

Presentazione generica di Pisa

Le mura urbane
Le mura urbane

Il centro storico di Pisa è circondato da Mura urbane, rimaste pressochè intatte ad eccezione di alcune zone a Sud e a Ovest, la città è attraversata e divisa in due zone dal fiume Arno, Tramontana a Nord e Mezzogiorno a Sud. Le principali piazze, Piazza dei Miracoli, patrimonio dell’Unesco dal 1987 e Piazza dei Cavalieri sono situate a Tramontana. Il centro principale della vita cittadina sono Borgo Stretto, Borgo Largo, i Lungarni e Corso Italia.

 

Il clima di Pisa è mitigato dagli influssi del mare che dista pochi chilometri, la zona in cui si trova è pianeggiante e denominata Valdarno, circondata a Nord dai Monti Pisani.

 

La città di Pisa conta attualmente circa 90.000 abitanti. Famosa nel mondo per la sua Torre Pendente, la città gioca un ruolo di rilievo anche per le sue 3 università (l’ Università, la Scuola Normale e la Scuola Superiore Sant’ Anna) a cui sono iscritti ad oggi circa 50.000 studenti, per il più grande centro di ricerca italiano (il CNR), per il suo aeroporto (Galileo Galilei), il più importante della Toscana, per i suoi ospedali, per il Camp Darby (base militare americana) e negli ultimi tempi per l’interferometro Virgo, situato a Cascina, in provincia di Pisa, da dove sono state captate le onde gravitazionali ipotizzate da Einstein.

 

Un ruolo di rilievo che deriva dalla sua storia, perchè la sua posizione geografica ha favorito il suo sviluppo, nel Medioevo fu infatti una delle 4 grandi Repubbliche Marinare, a questo periodo risale anche la fondazione dello Studio che l’ha resa uno dei maggiori centri culturali del mondo. Qui nacque Galileo Galilei, che dimostrò la teoria eliocentrica, condannato ad eresia ma considerato oggi il padre della scienza moderna; qui nacque anche Leonardo Fibonacci, che introdusse in Europa l’attuale sistema numerico arabo; qui lavorò Guglielmo Marconi, considerato il precursore del wi-fi, inventore del telegrafo senza fili; qui soggiornarono e trassero ispirazione D’Annunzio, Leopardi, Shelley, Carducci e i personaggi da nominare sarebbero tanti, tanti altri ancora.

 

Famosa la citazione di Dante Alighieri: “Ahi Pisa, vituperio delle genti | del bel paese là dove ‘l sì suona, | poi che i vicini a te punir son lenti, | muovesi la Capraia e la Gorgona, | e faccian siepe ad Arno in su la foce, | sì ch’elli annieghi in te ogne persona! (Divina Commedia, Inferno, Canto XXXIII).

 

La Croce pisana
La Croce pisana

I simboli più legati alla città sono la Madonna, alla quale è dedicato il Duomo, l’aquila, spesso riportata su carteggi e monete e il colore rosso che fa da sfondo alla tipica croce pisana, detta “patente”. Il santo patrono è San Ranieri.

 

Festività

La Luminara
La Luminara

Al santo patrono è dedicata un’altra meraviglia della città: la Luminara di San Ranieri, che si svolge il 16 giugno. In questa occasione, particolarmente sentita dalla cittadinanza, vengono accesi circa 100.000 lumini, disposti su ogni cornicione dei Lungarni e vengono spente le luci elettriche, si scoppiano fuochi d’artificio e per tutta la notte la città è un fervore di spettacoli e feste varie.

 

Altri eventi significativi sono:

 

  • Il mese di giugno è denominato il “giugno pisano” e si svolgono varie iniziative, fra cui la Luminara descritta sopra.
  • Il 17 giugno si svolge la regata di San Ranieri, in cui si sfidano i 4 quartieri del centro storico (quando Firenze conquistò Pisa, ne decise il nuovo assetto: Santa Maria e San Francesco a Tramontana, Sant’Antonio e San Martino a Mezzogiorno).
  • L’ultimo sabato di giugno si svolge il Gioco del Ponte, una competizione fra i quartieri in cui si spinge un carrello montato appositamnete sul Ponte di Mezzo.
  • 25 marzo: Il Capodanno pisano, che si festeggia a inizio di primavera basandosi sul calendario romano.
  • Dal 18 ottobre per una stagione i concerti della Normale di musica classica.
  • In autunno il Pisa Book Festival, che si svolge al Palazzo dei Congressi e riunisce le case editrici indipendenti, uno dei più importanti del suo genere.
  • L’Internet Festival.

 

Last Modified on 2 giugno 2018
this article Pisa

Lascia un commento